PARTE L’INIZIATIVA “VOGARE IN CENTRO” CON IL VARO DEL DRAGON BOAT DELLA CANOTTIERI SILE
Il Dragon Boat, una barca nata in oriente, è oramai diffusissima in tutto il mondo al punto che lo scorso settembre Venezia ha ospitato i campionati mondiali di specialità.
In Italia, ma sarebbe più appropriato dire a Treviso, se ne sente parlare per la prima volta nel 1985 da due atleti Trevigiani: Luciano Mestriner giovane promessa del canottaggio e Primo Baran allora già campione olimpico; la storia che portò i nostri due concittadini a bordo di questa imbarcazione esotica è curiosa e merita di essere raccontata.
E’ infatti nel 1985 che la città di Venezia viene invitata a partecipare alla decima edizione del Dragon Boat Festival, ad Hong Kong, unitamente ad altri sedici equipaggi stranieri e ottantasei equipaggi locali. Il Comitato Veneto raduna pertanto i suoi migliori atleti di canottaggio fra le città di Venezia, Padova e Treviso per inviarli a vivere questa trasferta iniziata il 24 giugno e terminata il 2 luglio. Per la città di Treviso vengono selezionati anche due attuali Soci della Canottieri Sile: Primo Baran e Luciano Mestriner. Luciano, allora ventiduenne, racconta e rivive quel viaggio fantastico che lo vide partire inconsapevole del tipo di prova da affrontare: infatti è solo giunti a destinazione che lui, Baran e gli altri membri del team veneto scoprirono di dover gareggiare con il totalmente sconosciuto Dragon Boat.
“…l’armo ebbe pochissimo tempo per le prove: la prima uscita fu segnata da un affondamento, comune a tanti equipaggi, dovuto non ad imperizia ma all’acqua particolarmente mossa a causa di condizioni meteo inclementi ed al peso degli atleti: le imbarcazioni da gara erano state infatti concepite per atleti asiatici, ben più leggeri dei nostri, comunque, non ci perdemmo d’animo: rivista la composizione del team con un minor numero di vogatori e scegliendo quelli più leggeri, continuammo la nostra esperienza confrontandoci in acqua con squadre asiatiche preparatissime come i Malesi, i Thailandesi, i Cinesi ed i Giapponesi, arrivando a gareggiare per la semifinale, di fronte a cinquantamila spettatori assiepati sulle tribune di bambù erette sulle acque prospicienti il quartiere di Tsim Sha Tsui e sulle chiatte ancorate lungo il bacino di gara, preceduti da una emozionante cerimonia di apertura con sfilata di sfarzose imbarcazioni…”
E’ un nuovo legame con radici gloriose quindi quello che unisce oggi la Canottieri Sile a questo tipo di imbarcazione. Sarà la prima società remiera di Treviso a organizzare uscite in Dragon Boat nel tratto alto del Parco del Sile. L’imbarcazione verrà inaugurata presso la storica Sede sociale di Via Tezzone sabato 10 febbraio, con tre padrini d’eccezione, il “veterano” Luciano Mestriner, Niccolò Polesello istruttore e atleta agonista di canoa ma soprattutto veterano timoniere di Dragon Boat e lo storico socio Umberto Pagotto che per l’occasione arriverà da Milano, dove, tra le altre cose, è stato promotore e realizzatore di un’iniziativa di grande successo: i giri in gondola sui Navigli! L’imbarcazione sarà protagonista di magnifiche uscite organizzate per far provare la voga a Trevigiani, turisti, scolaresche e gruppi sportivi. I partecipanti avranno a disposizione uno strumento perfettamente equipaggiato per uscire in sicurezza sotto l’esperta guida di timonieri appositamente formati, avranno la possibilità unica di provare questo sport nello splendido contesto naturalistico del Parco del Sile che va dal centro di Treviso a Canizzano, ambiente perfetto per le uscite in Dragon Boat. Le uscite saranno prenotabili dal primo marzo direttamente sul sito internet della Società www.canottierisile.it